Categorie
Alimentazione per Anziani

Anziani che non possono comunicare

L’assitenza ad una persona anziana è più complicata quando ha perso le sue capacità cognitive.

Non potendo dialogare, occorre molta attenzione da parte degli altri membri della sua famiglia per provvedere ai bisogni che non riesce ad esprimere.

Dovrà essere introdotta una particolare modalità di relazione con il caregiver familiare o di chi ne fa le veci, per sopperire alla mancanza di comunicazione.

Esistono enti pubblici e privati in grado di provvedere il costante funzionamento di un servizio

che possa garantire la sicurezza, la salute ed il generale benessere del paziente.

Facilitare la comunicazione

Alcune azioni possono ostacolare la comunicazione con un anziano malato.

Vediamo quali comportamenti dobbiamo evitare se vogliamo che accetti le cure che sono necessarie alla sua salute.

La persona delegata dalla famiglia dovrebbero parlare apertamente con il paziente delle operazioni da effettuare per salvaguardare la sua salute, senza dimenticare di rispettarne le esigenze e lo spazio personale.

Un comportamento irritato o impositivo può causare una reazione insofferente. Per ottenere il suo rispetto e calmare l’agitazione occorre sempre evitare di trasmettergli ansia.

Imporre o minacciare il paziente

Il servizio di cura va presentato all’anziano in modo positivo, ragionevole. Imporgli le decisioni senza coinvolgerlo lo riporterebbe ad uno stadio infantile, rischiando di favorire il suo rifiuto.

È necessario mantenere la calma, in qualsiasi situazione. Atteggiamenti nervosi potrebbero procurare ansia, con conseguente difesa e comportamenti negativi.

Agire senza avvertire

Nel caso in cui si rendesse nccessaria l’assistenza di una figura professionale, estranea alla famiglia, è indispensabile che il paziente sia avvisato in precedenza. Una sorpresa che lo colga impreparato può causare il rifiuto di collaborazione.

Badanti e anziani: consigli per una corretta convivenza

Può capitare che il paziente sia riluttante ad accettare l’intervento di una persona sconosciuta.

La cosa migliore è consentire una preventiva conoscenza del candidato che la famiglia ha ritenuto idoneo per la sua assistenza.

Molti problemi di questo genere possono essere risolti facilmente se il paziente è stato informato con delicatezza dei cambiamenti che lo riguardano. Coinvolgerlo nelle decisioni che gli sono utili lo renderebbe più proponso a partecipare.

Si consiglia di introdurre gradualmente il nuovo assistente. I primi giorni potrebbe occuparsi solo di una parte delle incombenze che dovrà svolgere, e per un periodo di tempo breve, per abituare e rassicurare il paziente.

Con il passare dei giorni ed il proseguire della familiarità, si possono aumentare le ore di permanenza e le cure da applicare.

Sarebbe opportuno che questa nuova figura evitasse di svolgere quelle attività che il paziente può compiere da solo, laddove non ci siano problemi, oppure con una partecipazione ai compiti che ne preservino l’autonomia, alleggerendo il suo bisogno di assistenza.

Condividere le operazioni che riguardano la sua salute, può creare un buon rapporto tra il malato ed il suo assistente,

In questi casi sarebbe fondamentale rispettare i tempi necessari al paziente per svolgere determinate attività, evitando così lo stress e, di conseguenza, la perdita dell’autostima.

Per raggiungere un buon rapporto di collaborazione è indispensabile che l’assistente rispetti, dove sia possibile, la privacy del paziente.

Il bisogno di calcio nella terza età

Il calcio è il quarto componente più importante nel corpo umano, preceduto solo da acqua, proteine e grassi. Il contributo di questo minerale è indispensabile per mantenere le ossa sane e garantire numerose funzioni dell’organismo.

Assumerlo regolarmente è necessario in tutte le fasi della vita, ma dall’età di 50 anni tutti dovremmo aumentarne il consumo.

A maggior ragione dobbiamo controllare l’apporto giornaliero nell’organismo di una persona anziana, evitando l’insorgere di complicazioni nella trasmissione degli impulsi nervosi e scongiurare le contrazioni muscolari, la coagulazione del sangue, il battito cardiaco.

É essenziale che la dieta abituale sia sufficiente a coprire l’esigenza di calcio, specialmente per mantenere la salute in età avanzata. Altrimenti, dobbiamo aumentare la dose giornaliera, in modo da prevenire dolori alle ossa e malattie come l’osteoporosi.

Con l’invecchiamento l’assorbimento del calcio nell’intestino diminuisce di circa il 20%.

Ecco perché un adeguato apporto di calcio è indispensabile a qualsiasi età, ma lo è maggiomente per un anziano. Il suo organismo richiede un minor apporto di cibo, pertanto può capitare che la quantità necessaria di calcio non venga consumata.

Quindi, sarebbe necessario un apporto maggiore rispetto al precedente fabbisogno.

Bisogni e carenza di calcio

È importante sapere che se un corpo umano non riceve l’apporto di calcio necessario alle sue funzioni, prenderà ciò che gli serve dalle ossa, aumentando così il rischio di osteoporosi.

Occorre altresì tenere presente che la carenza di calcio può causare altri gravi disturbi, come crampi, dolori articolari, ritmo cardiaco anormale, deterioramento del cervello, convulsioni

Per evitare questi problemi è meglio prendere precauzioni, consumando il calcio di cui il nostro organismo ha bisogno attraverso il cibo o gli integratori.

Alimenti ricchi di calcio

Un anziano dovrebbe assumere una quantità giornaliera i calcio compresa tra i 1.000 e 1.200 grammi .

Il latte, lo yogurt ed il formaggio sono le principali fonti di calcio. Tuttavia, possiamo trovare questo

minerale in altri alimenti, oltre ai latticini,

Bere un bicchiere di latte può contribuire al consumo giornaliero di calcio, ma non è sufficiente. Per questo motivo è importante seguire una dieta che includa diversi alimenti ricchi di calcio.

Possiamo annoverarne molti cibi che contengano buone quantità di calcio.

Verdure:

cavolo

crescione

cipolla

bietola svizzera

broccoli

ed altre verdure

Gli anziani dovrebbero consumare anche i legumi.

fagioli bianchi

ceci

lenticchie

germogli di soia.

Categorie
Alimentazione per Anziani

Alimentazione pregiudizi e coabitazioni per anziani

Diciamolo subito: l’anzianità è votata ad una parità dei sessi che non sempre è gradita alle mogli.

Non ci credete? Chiedetelo alle casalinghe.

Quando l’età della pensione si traveste da professione democratica.

Dopo millenni passati a dividersi i compiti: lui fuori di casa a combattere i draghi, lei dentro a combattere con i figli e la spesa, ogni donna è costretta a scivolare in una fase che somiglia alla pratica delle cosiddette pari opportunità.

E allora, perché la sequela di sfoghi scambiati con le amiche?

Qualche estratto?

“Ora che i figli hanno i loro giri, ora che mi posso godere un po’ di meritato riposo, mi tocca l’invasione dell’unno che pretende di cucinare. E non solo la domenica, ma tutti i santi giorni!”

“E il mio? Lo sai, eh, lo sai che passo ore dietro all’aspirapolvere, tentando di sfuggire alle sue richieste? Dov’è il colino? Mi dai il pepe? Ma dove tieni il.. coso? (mestolo, tanto per citare ‘La versione di Barney.’ Ma dell’alzheimer parleremo in altra occasione).”

Ecco il lamento che si leva dalle case da quando i mariti in pensione si alzano al mattino, belli freschi di giornata e pronti ad intasare, sequestrare, sporcare la bella, scintillante cucina, custodita con ogni genere di sostanza chimica per debellare il minimo passaggio di un batterio incauto.

Insomma, anche quei rapporti coniugali che sono filati lisci come l’olio, dovranno fare i conti, da ora in avanti, con le esigenze di un’assidua convivenza.

E arriviati alla somma, son cavoli!

Eggià. I cavoli.

I nutrizionisti sostengono che siano pieni di antiossidanti che fanno tanto bene.

Io mi fido, mi devo fidare, figuriamoci, da incompetente quale sono.

Però i cavalli non mi piacciono. O specificando: non tutti.

Come si può non accontentare la minestra di pane, quando chiede, pretende, il cavolo nero, specialmente se è destinata a diventare ribollita?

E mi piace molto, troppo, il cavolfiore in gratin. Conviene alleggerirlo se non volete trovarvi, come è capitato a me, a combattere contro una terribile colica.

Un consiglio?

Da allora, i pezzetti di calfiore li faccio bollire e poi li spadello velocemente.

Prima di metterli in forno li copro con un misto di ricotta, latte e grana, con buona pace degli integralisti culinari.

Atteniamoci al buon senso, alla logica, ai propri gusti.

Le altre specie di cavoli, inclusi i cavolini di Bruxelles, li lascio agli assertori del fatto che se una cosa fa bene bisogna farsela piacere.

Ma chi lo dice? La natura, madre maestra, ci aiuta ad aiutarci. E allora diamole retta! Mio figlio non ha più assaggiato un puré da quando gli fu imposto a scuola.

E anch’io ho degli sgradevoli ricordi. Fortuna che nella mia famiglia d’origine non usavano simili barbarie.

I piatti ingrati si potevano sostituire con fette di pane e formaggio, oppure pane e pomodoro strusciato e condito e anche pane, burro e pasta d’acciughe.

Ecco perché risale dall’infanzia la mia abitudine di tenerne sempre un tubetto in frigo. Può insaporire un risotto, una pasta, dei formaggi molli, però va usato con parsimonia.

Nell’epoca dei fuochi tiepidi occorre dosare obblighi e scappatoie, calcolati con un rapporto che da stretto è diventato strettissimo, tra alimentazione e salute

Categorie
Alimentazione per Anziani

Che cosa deve mangiare un anziano?

Tutti abbiamo una ricetta salvavita e quindi anch’io. le mie non hanno la forma di regolette numerate da mettere in riga e dimenticare o, peggio ancora Dicevo?

La memoria

Alla mia età si dimentica ciò che abbiamo mangiato la sera prima, ma si riammentano episodi ormai pacificati, magari riveduti e corretti.

Con l’avanzare della età dimunuisce la capacità di reggere ciò che dà ansia. come quei film, anche belli, che accelerano i battiti del cuore e intorbano i sogni.

Quando ero giovane, essì, anch’io lo sono stata, criticavo le persone che li evitavano.

Ma ora capisco. Non li reg-go! Ecco, l’ho detto, ed a malincuore cambio canale. Ci sono tante scematine soporose come sonniferi!

Alimentazione giornaliera

Conviene affrontare ogni atto della giornata con qualche cerimonia d’apertura che dia corpo e valore alle piccole, ordinarie, cose quotidiane.

Non mi riferisco alle faccende di casa, lasciamo perdere. Si tratta di dare un tocco di colore, come il rossetto sulle labbra spente, al pranzo ed alla cena, Di giorno sistemo a modino sul vassoio un po’ di questo, un po’ di quello…

Un esempio?

Uovo al pomodo, legumi.

Oppure:

bresaola e verdurine – piadina a mo’ di pizza . riso basmati con quello che trovo in frigo – Cus cus idem.

Mangio la frutta a metà mattinata e la sera mi concedo una bella pastasciutta e, ehm, sì, qualcosina di dolce.

(L’ultima affermazione non fa parte dei consigli; è solo una confessione.)

Porto il vassoio sul tavolino davanti al televisore e dopo ia botta depressiva del telegiornale, nell’attesa del programma serale vado in caccia di un consolante programma culinario

Chissà che la loro diffusione non dipenda dall’aumento dei pensionati…

Anziani che vivono soli

Avrete capito che vivo in solitaria solitudine, se si esclude il gatto. Primadell’avvento di quel maligno coronacoso c’erano i pomeriggi dalla nipote, i passaggi dei nipoti che abitano fuorivia, le visite dell‘amica del cuore….

Menomale chesono schiava regnante della scrittura e non mi accorgo dellle ore che passo davanti all’amato computer!

In questi giorni ne sento tante; c’è chi cammina a passo di carica dalla camera al corridoio; circonvoluzione del divano in salotto e via in cucina a girare intorno al tavolo.

Un mio vicino sta trasformando il suo giardino in un deserto dei tartari; un parente ha riempito il freezer e siccome è di quelli a pozzetto, il cibo che ha cucinato durerà fino alla terza generazione.

Io sto prendendo i vizi delle zitelle. Chiacchiero da sola, litigo tra me contro i vicini che lasciano la biancheria a penzolare per mesi e credono che il pianerottolo delle scale sia un ripostiglio personale.

E capita che bisticcii di santa ragione anche con me stessa.

Ho imparato che criticarsi fa bene, sotto l’ombrello di un’affettiva indulgenza. Non pretendo di cambiare, sai la fatica; giusto una regolata per ricordarmi che sono viva, pensante e pulsante, malgrado i pannolini parabocca paravirus quando vado al supermercato.

Suggerimenti?

In tempi ‘pestiferi’ conviene starsene tranquillini.

Ne abbiamo viste tante. Passata anche questa, dovremo vincere l’apatia e ritrovare le vecchie simpatiche abitudini.

Tornare a vedere i nipoti, le amiche, e pure qualche bella passeggiata all’aria aperta, le fermate su una panchina a leggere il giornale, ad assistere alle manovre di un piccione impertinente, a chiacchierare con una vicina Tutti, anche io.

Me lo prometto sempre quando mi vedo pallida come un’ameba.

Categorie
Alimentazione per Anziani

Alimentazione nella terza e quarta età

Quando si diventa anziani a tutti gli effetti?

Alla fine dell’epoca lavorativa diminuisce l’importanza sociale. Quel tempo passato in mordi un panino e fuggi subito ad una scarica di doveri è finito.

Insomma, si diventa anziani a tutti gli effetti. Qualche dubbio lo avevamo già, ma quando è ufficialmente riconosciuto diventa una certezza.

Ed ora? Come si affronta il tempo libero?

1° caso: abitare da soli.

Se non c’è una passione da coltivare, molto del tempo è speso nella spesa.

Recarsi al supermercato diventa il motivo principale per uscire di casa. Ecco le fermate a studiare le componenti di scatole e scatolette, le tentazioni suscitate dai prodotti di lusso, nemiche delle magre pensioni. E per compensare la rinuncia si abusa di dolcetti e biscottini.

A costoro consiglio di adottare un cane. E bello grosso.

2° caso: vivere in coppia.

Se vivere da soli può indurre ad un minimo controllo dell’alimentazione, più difficile la rinuncia quando si devono accontentare gusti e malanni diversi, magari opposti. In questa situazione conviene armarsi di santissima pazienza e di un capace frigorifero.

3° caso: condividere la casa con i figli.

Il daffare non manca a coloro che fanno i nonni a tempo pieno. Un consiglio:noningurgitate tutto ciò che passa il convento e mai con la velocità e quantità dei parenti più giovani, cosa dannosissima.

In tutti i casi, nella solitudine o nella partecipazione familiare, scarsi sono gli impegni. Le amicizie rallentano, la sera si esce malvolentieri di casa, anche senza le imposizioni da virus.

E poi, la televisione offre di tutto, o quasi.

E poiché l’eros insoddisfatto si sposta nella gola, l’interesse che era dedicato al corpo come fonte di plurimi movimenti e piaceri, si stabilizza in un rione subbuglioso e periferico: la pancia.

Cucinare, che passione!

È nelll’arte della cucina che molti investono gran parte del tempo, trasformando la necessità in passione. Occuparsi dell’alimentazione dimostra che non siamo inutili, che abbiamo uno scopo, che il colore ed il sapore del cibo può sostituire quelli della vita. E così si discute sui valori della dieta mediterranea rispetto alla tailandese, la messicana, il caro pesce, sul metodo segreto per insaporire la carne.

Tutto bene, però dobbiamo controllare che queste gratificazioni non pesino troppo sui problemi di salute, congeniti e d’ordinaria usura, obbligando i nostri esausti organi ad una gara di resistenza.

Niente di nuovo sotto il sole, dicevano i filosofi antichi.

E niente di nuovo prospetta una sana dieta basata su cereali, legumi, verdura, frutta, pesci, carni bianche (nell’ordine).

Non trascurate i latticini, perché contrastano l’onnipresente osteoporosi (se non vi sono particolari controindicazioni). E non dimentichiamo che le carni rosse sono sgradite ai cuori usurati, come i prodotti integrali agli stomaci uggiosi.

Variare l’alimentazione conviene.

Togliamoci qualche sfizio senza perdere il sonno, ma evitiamo quei piatti pasticciati con cento insaporitori e chi più ne ha più ne metta! Di ricette gustose è pieno il mondo e l’Artusi.

Dobbiamo solo applicare un’accorta mediazione con le patologie del nostro organismo.

Un esempio.

Se come me non amate le verdurine lessate, stufatele con due spicchi d’aglio, un cucchiaino d’olio, uno d’acqua, due pomodirini, un pizzicotto di sale grosso.

Quando avanzano potrete unirle per insaporire un ottimo cus cus.

Categorie
Alimentazione per Anziani

Idee per attività nelle case di cura per anziani

Fornire attività stimolanti ai residenti nelle case di cura è una parte importante per migliorare la loro qualità di vita.

I terapisti / direttori ricreativi hanno bisogno di idee per molti tipi di attività che soddisferanno le diverse esigenze delle persone a loro affidate.

Attività dei residenti nelle case di cura

La più grande sfida per qualsiasi terapista ricreativo è combinare la giusta attività con le capacità fisiche e cognitive individuali di ciascun residente.

I terapisti ricreativi dovrebbero anche lavorare a stretto contatto con il personale infermieristico per scegliere l’attività che sarà più vantaggiosa per le esigenze di ogni singolo residente.

Le attività possono essere svolte individualmente o in gruppo se una determinata attività è adatta per un numero di residenti.

Gli elenchi seguenti includono una vasta gamma di attività che rientrano in tre categorie di base e potrebbe esserci un certo crossover tra le categorie in modo che una determinata attività possa soddisfare più di un bisogno o obiettivo di cura.

Attività sociali

Queste attività sono progettate per mantenere i residenti impegnati e intrattenuti, ma molti offrono anche benefici fisici e mentali.

Feste di compleanno: ci sono molte opportunità per attività qui.

Alcuni residenti vorrebbero partecipare alla decorazione di una stanza per la festa di un compagno di stanza.

Altri possono aiutare a cuocere e decorare una torta.

La festa potrebbe essere configurata come un evento privato per il residente e la sua famiglia, o potrebbe includere altri residenti in base alle preferenze dell’onorevole.

Feste sociali per godersi il gelato: questi sono sempre un grande successo tra i residenti.

Avrai bisogno di gelati al cioccolato e alla vaniglia, oltre a condimenti preferiti come salsa di cioccolata calda, salsa di fragole e panna montata, e forse alcuni extra come patatine colorate, gocce di cioccolato, Oreo macinati, arachidi e ciliegie.

I residenti possono scegliere i loro ingredienti preferiti per preparare una deliziosa sundae.

Festa pre- partita : se il tempo lo permette, possono tirare fuori una fila da una parte del parcheggio e personale di reclutamento o volontari possono parcheggiare le loro auto insieme come se fossero fuori da uno stadio.

Come in una pre-festa, dovrai allestire un’area per cucinare all’aperto e preparare deliziosi cibi alla griglia come hot dog e hamburger.

Puoi coordinarti con il personale della cucina per fornire contorni come insalate di patate, fagioli e insalata di cavolo.

Prepara tavoli dove i residenti possono mangiare e riporta tutti nella stanza del giorno del residence per guardare una partita in TV.
Storytelling: questo copre molte cose diverse.

Naturalmente, i giovani possono leggere ai residenti nelle case di cura. Tuttavia, un’alternativa interessante sarebbe che le persone anziane raccontino le loro storie ai giovani.

Molti bambini saranno affascinati dalle storie e stupiti che esistesse la vita prima dei videogiochi e dei lettori mp3. Pertanto, le storie sulla vita dopo una guerra o sul guardare la televisione per la prima volta, i progressi della tecnologia e così via vengono accolti con entusiasmo dai bambini.

Ogni persona ha una storia diversa da condividere e queste preziose storie personali meritano di essere raccontate.

Eventi musicali: considera l’organizzazione di residenti per cantare canzoni di decenni di un gruppo.

Chiedi ai residenti le loro canzoni preferite e includile. Invita gruppi di coro o musicisti per i concerti. Porta i residenti in gita ad un concerto. Inoltre, considera di riunire i residenti nella sala diurna per guardare concerti in DVD e musical famosi.
Giochi da tavolo e carte: i residenti possono raggrupparsi in base alle loro capacità cognitive per giocare a vari livelli. Il bingo è immensamente popolare tra i residenti e può essere giocato per piccoli premi.

Attività incentrate sul cibo: considera di decorare biscotti o cuocere brownies per servire come dessert quel giorno.

La cottura del pane è un’altra attività che funge anche da attività fisica in quanto richiede una certa destrezza manuale.

Produrre popcorn, colorare le uova di Pasqua e preparare insalate fresche può offrire ai residenti la possibilità di socializzare durante la preparazione del cibo.

Programmi di celebrazione: alcune idee includono la celebrazione di un picnic durante la festa del lavoro e l’invito alle famiglie dei residenti, offrendo caramelle o dispetti ad Halloween in modo che i bambini della comunità circostante possano passare da una stanza all’altra raccogliendo prelibatezze e festeggia il Natale per decorare l’albero di Natale.

Altre idee includono una caccia alle uova di Pasqua per i nipoti dei residenti o una celebrazione della festa dell’indipendenza nazionale che potrebbe anche includere la visione di fuochi d’artificio locali.

Puoi anche considerare di festeggiare il nuovo anno, anche se molte strutture organizzano feste nel tardo pomeriggio o in prima serata invece di tenere i residenti svegli fino a mezzanotte.

Attività fisiche

Queste attività sono progettate per promuovere la salute fisica e mentale.

Cane e anziano

Pet Therapy: questa attività offre una grande opportunità ai volontari addestrati di portare animali domestici, nella struttura con cui i residenti possono interagire. Tenere in mano un guinzaglio o accarezzare un cane o un gatto può essere molto terapeutico per gli amanti degli animali e persino allontanare alcuni residenti più riservati dal loro isolamento.

Esercizi: sono adattati alle capacità fisiche dei residenti. Giocare a pallone, rimbalzare o calciare palloni da spiaggia fornisce anche attività fisica e stimolazione mentale.

Alcune strutture usano persino il sistema di gioco Wii per incoraggiare i residenti a essere più attivi.

Ad esempio, i residenti su sedia a rotelle potrebbero usare le braccia per simulare movimenti come il lancio di una palla da bowling o l’oscillazione di una mazza da baseball.

Allenamento di allungamento / resistenza: queste attività includono spesso residenti che utilizzano grandi elastici per aiutarli a allungare, tonificare e rafforzare braccia e gambe. Ciò potrebbe svolgere un’attività mattutina per aiutare a rivitalizzare i residenti.
Stimolazione sensoriale: queste attività sono più adatte per i residenti costretti a letto con capacità cognitive ridotte e possono includere aromaterapia, stimolazione audio come l’ascolto di CD dal suono naturale o terapie tattili che coinvolgono un residente usando le dita per sentire trame che variano da morbide a grezzo.

Giardinaggio: questa attività sta riscattando popolarità.

Ad alcuni residenti può piacere coltivare erbe nel giardino di una finestra o piantare fiori in vaso. Sebbene molti residenti nella casa di cura non siano più in grado di curarsi da soli in un frutteto tradizionale o in un giardino fiorito, alcune strutture mantengono giardini in cui i volontari aiutano i residenti lavorando accanto a loro o seguendo le loro istruzioni.

Come minimo, questa attività fornisce ai residenti aria fresca, luce solare e stimolazione mentale che è molto necessaria per tenere lontano la noia e la depressione.

L’artigianato offre intrattenimento per i residenti e promuove la destrezza manuale.

Possono anche fornire ai residenti un senso di realizzazione e uno scopo che possono essere molto utili al loro umore.

Considera i seguenti mestieri, ma sentiti libero di chiedere ai residenti stessi a quali tipi di artigianato sono interessati.

Artigianato per anziani come il Cucito: questo può includere semplici progetti di cucito a mano, ma alcune strutture tengono sessioni di trapuntatura regolari in cui i residenti lavorano su trapunte fatte in casa che vengono poi messe all’asta per aiutare a fornire denaro per finanziare altre attività.

Tappeti manuali: questa è una grande attività abbastanza semplice da svolgere.

I residenti possono lavorare su piccoli progetti individuali, ma potrebbe anche essere considerato un progetto di gruppo in cui i residenti lavorano insieme per finire un tappeto più grande.

Pittura con le dita: questa attività potrebbe essere più adatta per un residente con capacità cognitive ridotte, ma può anche essere raddoppiata come terapia tattile.

Pittura: questa arte fa appello a uomini e donne allo stesso modo. Gli acquerelli sono un mezzo particolarmente facile con cui lavorare.

Lavoro a maglia e uncinetto: i residenti che in precedenza hanno goduto di questi tipi di artigianato e hanno ancora le capacità per farlo possono trascorrere molte ore a creare cappelli, sciarpe, coperte e molti altri oggetti utili.

Artigianato in pelle: i residenti di sesso maschile possono preferire un mestiere come questo per realizzare portafogli, borse e altri oggetti. Questa attività è generalmente adattata meglio agli individui con maggiori capacità fisiche e cognitive.

Ornamenti a tema stagionale: troverai kit di ornamenti facili da realizzare nei negozi di artigianato locale

La chiave per svolgere attività di successo

Anche se un terapista ricreativo deve adattare le attività alle abilità di ciascun residente, è importante ottenere il contributo dei residenti su ciò che vorrebbero fare.

Non è un segreto che le persone siano più propense a partecipare ad attività che corrispondono ai loro interessi e non si sa mai da dove verrà la prossima grande idea per un’attività.

Categorie
Alimentazione per Anziani

Alimentazione sana per gli anziani

Mangiare bene può aiutare a mantenere il corpo e la mente sani e ad estendere la qualità della vita.

Ma alcuni italiani più anziani possono opporsi a ottenere abbastanza nutrienti o calorie.

In molti modi l’invecchiamento può influenzare l’appetito

I cambiamenti fisiologici che derivano dall’invecchiamento possono comportare una riduzione del fabbisogno calorico, che può portare a una riduzione dell’assunzione di cibo e all’alterazione della composizione corporea, anche negli anziani sani.

Ciò può essere aggravato dall’olfatto e dal gusto ridotti e dai cambiamenti nei livelli ormonali che influiscono sulla velocità con cui ti senti pieno.

La depressione, la mancanza di indipendenza e l’isolamento sociale possono rendere il cibo meno appetibile, contribuendo ulteriormente a un’assunzione meno che ideale.

Malattie croniche come malattie cardiache, ictus, morbo di Parkinson, cancro, diabete e demenza possono influenzare l’appetito, il fabbisogno energetico e il peso.

Gli anziani possono assumere più farmaci che possono interagire con i nutrienti o produrre effetti collaterali come nausea, vomito e cambiamenti sensoriali che influenzano l’olfatto e il gusto.

I problemi orali e dentali possono influenzare la masticazione o la deglutizione.

Tutti questi fattori possono portare a una riduzione dell’apporto calorico e nutrizionale, con conseguente perdita di peso imprevista e mancanza di energia.

Superare gli ostacoli a un’alimentazione sana

Queste strategie possono aiutare a superare alcuni degli ostacoli a un’alimentazione sana che potresti incontrare man mano che invecchi.

Alla maggior parte dei pasti prova a riempire metà del tuo piatto con verdure, un quarto del tuo piatto con cereali integrali come quinoa, riso integrale o pane integrale e l’ultimo quarto del tuo piatto con proteine ​​magre come pesce, pollame, fagioli o uova.

Scegli grassi sani, che possono servire come fonte di calorie concentrate e sane. I grassi sani includono olio d’oliva, arachidi e altre noci, burro di arachidi, avocado e pesce grasso come salmone, sardine e sgombro.

Limitare i grassi saturi malsani inclusa la carne rossa grassa.

Lavorare fibra alimentare nella vostra dieta. La fibra aiuta a mantenere la normale funzionalità intestinale e può aiutare a ridurre il rischio di diabete di tipo 2 e malattie cardiache.

La maggior parte della frutta, verdura, cereali integrali e legumi sono buone fonti di fibre. Anche noci e semi sono buone fonti, ma pane e fagioli integrali possono essere più facili da masticare in caso di problemi dentali o dentiere. Assicurati di bere molti liquidi mentre aumenti l’assunzione di fibre.

Regola le dimensioni delle porzioni. Se stai cercando di mantenere un peso corporeo sano, riduci le dimensioni delle porzioni invece di sacrificare i componenti di un pasto equilibrato.

Se hai bisogno di guadagnare qualche chilo, prova ad aumentare le porzioni anziché mangiare cibi ricchi di zuccheri aggiunti e grassi saturi malsani.

Alcuni adulti più anziani trovano che il loro appetito è maggiore al mattino e durante il giorno, rispetto alla sera.

In tal caso, prova a fare una colazione sana che includa proteine, cereali integrali e frutta insieme a un pasto pomeridiano equilibrato. Poi vai leggero a cena.

Suggerimenti per la risoluzione dei problemi

Man mano che invecchi, potresti dover pensare in modo creativo quando sorgono ostacoli a un’alimentazione sana.

Ad esempio, se hai problemi a uscire di casa o a gestire borse della spesa pesanti, prova un servizio di consegna di generi alimentari.

Questo ti dà la comodità di fare acquisti online e di avere il cibo consegnato direttamente a casa tua.

Se cucinare per te ogni giorno ti dà troppi problemi o trovi che la tua energia si affievolisce di sera, prova a preparare alcuni pasti durante il fine settimana.

Conservali refrigerati o congelati e pronti a riscaldarli durante la settimana.

I pasti con una sola pentola sono un ottimo modo per cucinare rapidamente pasti sani, equilibrati e poco costosi, che possono anche essere una considerazione importante quando si invecchia.

L’attività fisica è importante per tutti gli adulti, compresi gli anziani. L’esercizio fisico aiuta a costruire e rafforzare i muscoli, aumentare i livelli di energia, mantenere la salute delle ossa, aumentare il metabolismo e sollevare l’umore.

Può aiutare anche a stimolare l’appetito.

Obiettivo per almeno 30 minuti di attività fisica quasi tutti i giorni della settimana.

Uomini e donne vivono più a lungo. Fare uno sforzo per mangiare sano può aiutarti a continuare a godere di uno stile di vita attivo.

Categorie
Alimentazione per Anziani

Consigli alimenti per anziani senza denti

La perdita dei denti a volte è un sintomo dell’invecchiamento, ma solo perché hai bisogno di cibi più morbidi non significa che la tua alimentazione dovrebbe soffrire.

Di seguito alcuni consigli utili di alimenti, ricchi di nutrienti e allo stesso tempo facili da masticare per gli anziani senza denti.

UOVA SBATTUTE

Le uova sono la fonte proteica più completa là fuori e sono anche piene di grassi sani. Le uova strapazzate sono facili da preparare e da masticare. Per un ulteriore tocco di sapore, aggiungi un cucchiaio di ricotta o panna acida leggera alle uova prima di mescolare.

PURE’

Se lasci le bucce (che forniscono ulteriore fibra), riduci il burro e usi il latte invece della panna, la purè di patate sono in realtà un contorno abbastanza salutare.

VERDURE AL VAPORE BEN COTTE

Le verdure crude possono essere difficili per gli anziani senza denti. Quando cucini le verdure, prova a usare un cestello a vapore invece di farle bollire. La cottura a vapore aiuta a trattenere i nutrienti della verdura, al contrario dell’ebollizione che lascia la maggior parte delle vitamine nell’acqua di cottura.

FRULLATI

I frullati sono un ottimo modo per migliorare la tua dieta, inoltre non è necessario masticare. Frullate i vostri frutti freschi (o congelati) preferiti, yogurt greco semplice, latte (può anche usare latte senza latticini) e qualsiasi supplemento aggiuntivo (semi di chia, farina di lino, polvere di acai, ecc.).

PESCE

Il pesce è più facile da masticare rispetto alla carne. Scegli il baccalà, il salmone o l’arancia ruvida al posto del pesce spada. Mangiare pesce almeno una volta alla settimana è un ottimo modo per ottenere proteine. Il pesce al forno o alla griglia è sempre molto più sano di quello fritto.

YOGURT

Per gli anziani che non sono intolleranti al lattosio, lo yogurt è un’ottima fonte di calcio e proteine. Scegli yogurt al latte intero invece di grassi, che di solito è caricato con zucchero e altri ingredienti artificiali.

ZUPPA

La maggior parte delle zuppe, soprattutto quelle passate, sono piuttosto nutrienti e facili da mangiare per gli anziani senza denti. Ci sono centinaia di zuppe tra cui scegliere, alcuni dei nostri preferiti includono porro di patate, pomodoro e basilico e minestrone.

AVENA

L’avena vecchio stile è in realtà uno degli alimenti per la colazione più sani che puoi trovare, oltre ad essere facile da masticare. Cerca di evitare di aggiungere un cucchiaio colmo di zucchero di canna, optando invece per miele o frutta fresca tenera.

CARNE A COTTURA LENTA

Le carni cotte a fuoco vivo sono probabilmente gli alimenti più difficili da masticare per gli anziani. Al contrario, le carni cotte lentamente come il maiale stirato o lo stufato di manzo sono opzioni molto migliori per gli anziani che hanno difficoltà a masticare.

FAGIOLI

I fagioli sono una fonte salutare di fibre e proteine ​​e quando li cuoci abbastanza a lungo, diventano completamente morbidi. Ci sono molte ricette disponibili che includono fagioli, come fagioli fritti, zuppa di fagioli neri e fagioli al forno.

Categorie
Alimentazione per Anziani

Dieta equilibrata per salute e benessere per anziani

Una dieta equilibrata è essenziale per la salute e il benessere, indipendentemente dall’età, ma per gli anziani è particolarmente importante.

Questo perché i nostri corpi non assorbono i nutrienti in modo molto efficiente con l’avanzare dell’età, quindi è fondamentale che i cibi che mangiamo siano più ricchi di nutrienti.

Il problema è che molti anziani iniziano a mangiare di meno o semplicemente ricorrono a ciò che è conveniente quando si tratta della loro dieta, che in molti casi può portare alla malnutrizione.

Secondo uno studio condotto da analisti del settore, oltre il 60% degli anziani che effettuano il check-in in un pronto soccorso sono malnutriti o a rischio di malnutrizione!

Ci sono molte ragioni per cui soffrono le diete di molti anziani, tra cui:

Solitudine

Problemi di masticazione

Depressione

Problemi di memoria

Apatia generale verso la cucina

Per i familiari che si occupano dell’invecchiamento dei propri cari, può essere difficile sapere quando dovresti preoccuparti e intervenire.

Ecco alcuni segnali di avvertimento a cui prestare attenzione , seguiti da passaggi delle azioni una volta identificato il problema.

PERDITA DI PESO

La perdita di peso è definita come la perdita di oltre il 5% del peso corporeo in un mese.

Perdere peso troppo rapidamente può portare alla perdita di tessuto muscolare e corporeo, riducendo la forza e la mobilità.

BASSA ENERGIA

In poche parole, mangiare cibo è ciò che ci dà energia.

Se smettiamo di mangiare correttamente o non mangiamo abbastanza, i nostri livelli di energia crolleranno.

Quando sei vicino ai tuoi cari, se noti che sembrano eccessivamente stanchi o che hanno notevolmente ridotto la loro normale routine di allenamento, quella è un segnale da prendere in considerazione.

RISULTATI DEL TEST MEDICO

Per quanto possibile, è importante essere consapevoli dei livelli di colesterolo, glicemia e pressione sanguigna della persona amata.

Se noti cambiamenti significativi o ti è stata diagnosticata una malattia cronica (es: diabete o malattie cardiache), ci sono buone probabilità che la loro dieta abbia avuto un ruolo nella loro salute in declino.

FRIGORIFERO VUOTO

Questo è un segno rivelatore che la persona amata non sta mangiando bene. O mangiano sempre, il che non è quasi mai una scelta salutare, o semplicemente non mangiano, il che è ancora peggio.

CONGELATORE COMPLETO DI PASTI CONGELATI

All’estremità opposta dello spettro dal non avere cibo in casa, a volte i tuoi cari faranno scorta di pasti elaborati salati e malsani al supermercato … e questo è tutto ciò che mangiano!

La maggior parte dei pasti surgelati nel negozio di alimentari sono carichi di conservanti e non rispettano le preoccupazioni dietetiche specifiche della persona amata, il che può essere problematico e far soffrire la loro salute.

COSA PUOI FARE PER AIUTARE

Prendi l’iniziativa per garantire che i loro armadietti siano completamente riforniti di opzioni alimentari nutrienti.

Non puoi costringerli a mangiare, ma puoi sicuramente fare la tua parte per assicurarti che ci sia cibo disponibile per quando vogliono o hanno bisogno di mangiare.

PREPARARE PASTI PER LORO

Se riesci a dedicare tempo e hai familiarità con le loro restrizioni dietetiche, puoi fare il possibile e preparare i pasti per la persona amata.

Alcuni anziani non sono disposti o incapaci di cucinare i propri pasti, quindi avere qualcuno che fa quella parte per loro può fare la differenza.

NOLEGGIARE UN SERVIZIO PASTI A DOMICILIO

Non tutti hanno la possibilità di preparare i pasti per la persona amata da soli, e va bene. Hai molto da fare nella tua vita. Fortunatamente, c’è un’alternativa. Assumere un servizio di consegna pasti come consegna di pasti a domicilio per fornire pasti personalizzati può darti la tranquillità che le esigenze nutrizionali della persona amata siano soddisfatte.

Categorie
Alimentazione per Anziani

Alternative al sale naturale per anziani

Quello che la maggior parte delle persone percepisce come un pasto “saporito” è solitamente carico di elevate quantità di sale.

Il problema è che mangiare troppo sodio può portare a numerosi problemi di salute, in particolare l’ipertensione.

In genere, gli operatori sanitari raccomandano di attenersi a 1500 mg di sodio o meno ogni giorno.

Se stai andando a mangiare fuori tutto il tempo, può essere davvero difficile controllare l’assunzione di sale e rimanere sotto il segno di 1500 mg, quindi è meglio mangiare pasti cucinati in casa che ti danno un maggiore controllo sui tipi di ingredienti utilizzati.

Sebbene i ristoranti utilizzino quantità elevate di sale come scorciatoia per aromatizzare, ciò non significa che i pasti a basso contenuto di sodio fatti in casa debbano essere insipidi – devi solo essere creativo!

Ecco alcune ottime alternative di sale naturali che porteranno i tuoi pasti a basso contenuto di sodio da insipidi a gustosi.

ERBE E SPEZIE

Se il tuo armadietto delle spezie contiene solo sale e pepe, è tempo di espandere i tuoi orizzonti!

L’uso di erbe fresche come basilico, rosmarino, menta e origano può aggiungere complessità e freschezza ai piatti senza sale.

Per le spezie, un trucco per aumentare il sapore è macinare le spezie da soli – ad esempio prendendo semi di cumino interi e tostandoli in una padella prima di pulsarli in un macinacaffè.

Non solo le erbe e le spezie hanno un sapore eccezionale, ma fanno anche bene a te.

Molti contengono vitamine e minerali essenziali, nonché antiossidanti che combattono i radicali liberi che causano il cancro.

SUCCO E ACETO DI CITRUS

Spesso, quando un piatto ha un sapore insipido, ciò di cui ha davvero bisogno è l’acido rispetto al sale. Una spremuta di succo di limone o una spruzzata di aceto di mele aggiunge sapore ai piatti che possono effettivamente assomigliare al sapore del sale.

SCORZA DI AGRUMI

I sapori più concentrati in un agrume non sono nel succo, ma nella buccia. Durante la scorza, fai attenzione a non grattugiare la polpa bianca del frutto, che di solito è piuttosto amara.

OLI INFUSI

L’uso di oli aromatizzati come l’olio di tartufo o olio all’aglio aggiunge complessità a un piatto senza sale. Puoi preparare oli infusi a casa o acquistarli dal tuo negozio di alimentari locale. Tieni presente che gli oli infusi funzionano meglio per la finitura dei piatti piuttosto che per il soffritto, poiché la maggior parte degli oli infusi sono più leggeri e hanno un basso punto di fumo.

BIRRA E VINO

L’uso di birra e vino in cucina può aggiungere sapore a zuppe, stufati, salse e piatti brasati. L’acidità nel vino in particolare può dare sapore ai piatti, simili a agrumi e aceto.

Categorie
Alimentazione per Anziani

Ricette dietetiche salutari per gli anziani

Mangiare sano è uno dei requisiti chiave per avere una vita libera da malattie e appagante.

Nel mondo di oggi, tutti sono così impegnati con il proprio lavoro; l’unica cosa che molti tendono a ignorare è quella di seguire una dieta equilibrata e nutriente.

Invece, ricorrono al cibo che fa male, che è facile da preparare, veloce da assimilare e attrarre il palato.

Se ci fossero alcune ricette che, insieme alle caratteristiche menzionate per il cibo spazzatura, fossero pure salutari, sarebbe una situazione vantaggiosa per tutti.

Questo vale anche per gli anziani.

Dopo una certa età, il cibo adeguato diventa ancora più critico a causa del deterioramento delle condizioni del corpo e dell’incapacità di digerire qualsiasi cosa.

Le papille gustative cambiano, gli effetti collaterali dei farmaci rovinano la voglia di mangiare molto e una certa quantità di pigrizia si insinua.

I sistemi del corpo tendono a diventare più delicati, il che richiede un po ‘più di cura rispetto ai giovani. Pertanto, l’importanza di una dieta sana è più per gli anziani.

Ecco alcune ricette semplici e salutari!

Farina d’avena con pezzi di banana

Prendi un po ‘di cereali e fiocchi d’avena insieme al sale in un recipiente adatto per microonde insieme ad un po’ d’acqua e scaldalo per un minuto.

Mescolare per qualche tempo e microonde di nuovo per 1 minuto.

Puoi anche riscaldare altri 30 secondi per ottenere lo spessore desiderato.

Fatto ciò, aggiungi le fette di banana e lo yogurt e fai in modo che la ricetta sia facile per colazione.

Salmone Alla Griglia Con Salsa Di Ananas

Se il gusto fosse un fattore importante, questo sarebbe in cima alla lista.

La salsa viene prodotta principalmente combinando coriandolo, cipolla, aceto di riso, ananas e peperoncino.

Prendi una padella grigliata, cospargi un po ‘d’olio, aggiungi i filetti di pesce e cuoci per 4 minuti su ogni lato.

Aggiungi salsa in cima per un gusto da leccare le dita. Ideale per pranzo o cena e ha un alto contenuto nutrizionale.

Torta Di Spinaci

A chi non piace una torta? Una torta di spinaci potrebbe sollevare alcune sopracciglia, ma le speculazioni non sono richieste in quanto è gustosa come una torta può ottenere.

Per fare questa ricetta, dovresti riscaldare il forno fino a 350 gradi. Prendi una teglia e sciogli il burro.

Prendi le uova sbattute, il latte, la farina, l’aglio, aggiungi un po ‘di lievito e versa l’intero composto su una teglia.

Aggiungi un po ‘di formaggio e spinaci e cuoci fino a ottenere il marrone dorato.

La crosta di spinaci è pronta per essere servita.

Insalata di tre fagioli marinata

Come suggerisce il nome, questa insalata è composta da 3 tipi di fagioli.

Questa ricetta è molto semplice da realizzare e può essere conservata per il consumo per un periodo più lungo.

Prendi i fagioli di Lima, i fagiolini e i fagioli in scatola in una ciotola.

Prendi una cipolla, fai degli anelli e aggiungili all’assortimento di fagioli. Aggiungi un po ‘di peperone verde e aggiungi un condimento italiano senza grassi.

Mescolare bene e marinarlo in frigorifero per quasi mezz’ora. Scolate l’acqua prima di servire questa deliziosa insalata. 

Zuppa Di Verdure Di Primavera

La zuppa è sempre un alimento buono e gustoso e l’aggiunta di una varietà di verdure aumenta notevolmente il suo valore di salute.

Per preparare questa zuppa, riscalda prima un po ‘d’olio a fuoco medio e poi aggiungi le verdure come pomodori, piselli, cavoli, carciofi e altri secondo le scelte.

A questa miscela, aggiungi acqua e un po ‘di succo di pomodoro. Bollilo.

Dopo che il calore si è ridotto, aggiungi le foglie di basilico e fai sobbollire fino a quando le verdure diventano morbide e tenere. Aggiungi condimenti appropriati per il gusto.

Yogurt greco

Prendi yogurt e vaniglia e mescolalo in una ciotola. Prendi quattro bicchieri di semifreddo e aggiungi questa miscela.

Completalo con miele, noci e clementina. Aggiungi la miscela rimanente sopra e guarnisci di nuovo con miele, clementina e noci.

Servire immediatamente e sfoggiare su questo sano menu per la colazione.

Frullato al burro di arachidi e cioccolato

Questo è l’ideale per i vecchietti con un debole per i dolci in quanto. Prendi del latte e del burro di arachidi e mescolalo in un frullatore.

È possibile aggiungere cubetti di ghiaccio e gelato al cioccolato e mescolare nuovamente fino a raggiungere la consistenza desiderata.

Il frullato è pronto in pochissimo tempo e solleticherà ampiamente le papille gustative.

Una volta invecchiato, non devi scendere a compromessi su nulla, sia esso gusto o salute, una volta che sai come realizzare queste ricette, la parte migliore è che può essere preparata in un momento.